Pennarello 3D: la guida completa su che cosa è una penna 3D

Hai sentito parlare del pennarello 3d e intendi avere tutte le informazioni possibili? devi sapere che questa nuova e stupefacente tecnologia sta attirando un gran numero di persone incredule che esista la possibilità di stampare in 3 dimensione, semplicemente disegnando nello spazio.

E’ facile confondersi perché uno strumento simile non era mai stato inventato prima.

Per renderti le cose più semplici farò un esempio più calzante. Devi vedere un pennarello 3D come se fosse una pistola per la colla.

Quella che usano i falegnami, o chi fa del fai da te, per incollare i legni ad esempio.

Il calore fa colare la colla dove si vuole, per effetto del raffreddamento si indurisce e si attacca alle due parti congiungendole.

Al posto di incollare due elementi, gli stick colorati della punta del pennarello 3D contengono plastica divenuta liquida.

Per effetto del calore, infatti diventa liquida e fuoriesce dall’ugello per disegnare nello spazio figure in tre dimensioni, e se ne sei capace, opere d’arte come se fossero sculture.

In questo articolo parleremo di come fare disegni 3D, in generale dei disegni tridimensionali e delle caratteristiche della penna 3D prezzo compreso.

L’effetto a cui si assiste è quello di costruire dei modelli a strati che si sollevano pian piano.

Poter fare dei disegni a matita 3D è stupefacente vero?

Pennarello 3D

Il pennarello 3D è l’invenzione che mancava

Prima di affrontare tutti i temi che riguardano il funzionamento e le caratteristiche dei disegni tridimensionali, facciamo un salto nella mente dello scopritore per capire come mai gli sia venuta in mente questo rivoluzionario modo di fare disegni a matita 3d (la terminologia cambia tra matita, penna e pennarello, dipende un po’ da come la si intende e utilizza).

La tecnologia per realizzare disegni tridimensionali in realtà esisteva già.

Si tratta delle famose stampanti 3D, purtroppo però questa invenzione grandiosa è legata all’uso del Pc.

Una stampante di questo tipo costa più di 1000 euro anche se i prezzi sono in calo.

Senza contare che occorre dotarsi di particolari software 3d e saperli usare al pari di chi conosce il disegno tecnico.

Un artista, ma anche un appassionato di disegno tridimensionale, con il pennarello 3d si ritrova un oggetto portatile e del tutto indipendente per realizzare figure 3D.

Per questi motivi fondamentali, Peter Dilworth, Maxwell Bogue e Daniel Cowen, si sono sentiti in dovere di progettare uno strumento più semplice ed immediato della stampa 3D.

La loro invenzione è stata chiamata 3Doodler e che appunto è, in buona sostanza, una pistola per plastica riscaldata.

3D Doodler stampa 3D

La prima volta che è stata lanciata sul mercato era il 2013, ma solo da poco tempo è divenuta tecnologicamente avanzata al punto da essere uno strumento facile da usare.

Come fare disegni 3D col pennarello 3d?

Alla base del suo funzionamento c’è il calore generato dalla penna 3D per scaldare la plastica fino al punto di fusione.

Si crea un filamento sottile che fuoriesce sospinto dall’ugello.

Ogni materiale ha una sua temperatura di fusione e ciò incide sulla qualità dello strumento che utilizziamo.

L’estrusore quindi spinge il filamento in continuazione.

Il disegnatore deve muovere il pennarello 3D per disegnare e costruire l’immagine per strati sovrapposti.

Il raffreddamento della plastica è molto veloce per cui il disegnatore dovrà acquisire manualità per riuscire a produrre nei tempi di raffreddamento della plastica, l’immagine ideata.

Bisogna capire che il punto di estrusione è unico per ogni filamento riferito ad un determinato materiale.

Oggi quasi tutti i produttori consigliano il PLA o l’ABS come materiale da riscaldare per poter disegnare e tra poco ti dirò il perché.

In commercio trovi diversi tipi di filamenti tra i quali ti segnalo, quelli fosforescenti, quelli elastici, i resistenti, quelli che cambiano colore col variare della temperatura ed altri ancora.

C’è da sbizzarrirsi nel creare piccoli e grandi capolavori.

Come per ogni novità accade, anche in questo caso c’è una schiera di pionieri che tentano di utilizzare filamenti non consentiti o non approvati, lo fanno a loro rischio e pericolo poiché la penna 3D usata in maniera non convenzionale perde la garanzia.

Il disegno più sensazionale è quello realizzato a mano libera nell’aria (ovviamente ci vuole una base d’appogio).

C’è bisogno di ore di prove e quella giusta dose di talento che hanno gli artisti, il risultato è stupefacente.

I video che mostrano questa magia sono molti, gli stessi produttori utilizzano YouTube per far vedere in concreto a quale risultato aspirare.

Meglio l’ABS o il PLA?

Chi inizia ad usare il pennarello 3d si chiede quale scelta di filamento fare.

L’ABS è senz’altro meno caro perché è molto comune, basti pensare ai Lego per capirci.

Il punto di fusione è molto alto, circa 210-250 gradi che le moderne penne 3D sono in grado di raggiungere.

Il lato negativo dell’uso dell’ABS consiste nel fatto che quando la plastica arriva al punto di fusione, emette un fumo tossico, che irrita gli occhi.

Per questo motivo si raccomanda l’uso in spazi ben ventilati.

L’alternativa è il PLA (Acido lattico polivalente), è un prodotto derivato da fonti alimentari (mais, patate e canna da zucchero).

E’ chiaramente a favore dell’ambiente ed il suo punto di fusione lo si ha a 160 e 220 gradi.

Non emette fumi nocivi, l’unica cosa che si avverte è un odore dolciastro tipo i biscotti che escono dal forno.

Per contro c’è un lento raffreddamento e questo può comportare la scelta di dotarsi di un ventilatore che agisca per raffreddare il filamento.

Penna 3d prezzo

Possiamo stare tranquilli, il prezzo di un pennarello 3D si aggira intorno ad un range tra 30 e 80 euro.

I modelli sono diversi tra loro ma tutti sono abbordabili. Qui puoi trovare una delle migliori penne 3D in offerta su Amazon.

Interessanti i modelli con la regolazione del flusso del filamento e la temperatura.

Le Doodle (così si fanno chiamare) le trovi sia online che nei negozi di hobby.

E’ bene informarsi sulle caratteristiche prima di procedere all’acquisto, si tratta di una nuova tecnologia e all’inizio è normale cercare più informazioni possibili.

In conclusione, gli artisti hanno trovato pane per i loro denti.

Questo strumento così duttile è la risposta adeguata alla stampante 3D, per semplicità di utilizzo, per tecnologia molto più semplificata della cugina stampante e per il prezzo che si presenta ideale per farne anche più acquisti.

Disegnare nello spazio è una sensazione forte, e presto sarà nelle case di tutti gli aspiranti artisti e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *